“Le operazioni di montaggio dei giochi per bambini di villa Margherita cominceranno venerdì 15 novembre”.

Lo ha annunciato l’assessore ai Lavori pubblici, Franco Longo, che ha voluto replicare alla consigliera comunale d’opposizione Cristina Rotundo. “L’attesa che la rappresentante della minoranza sottolinea nella sua nota, e che non è stata superata per merito delle sue segnalazioni, è stata motivata dal fatto che l’amministrazione comunale ha dovuto aspettare l’esito di un contenzioso giudiziario legato alla rescissione del contratto con l’impresa precedente, e poi il necessario ok della Soprintendenza ai Beni architettonici e, tramite la Provincia, della Soprintendenza ai Beni paesaggistici. Procedure che richiedono sempre tempi lunghissimi. Quindi, mentre la consigliera Rotundo trascorreva il suo tempo a firmare comunicati stampa dei quali probabilmente non conosce neanche il contenuto, il sottoscritto, in quanto esponente della giunta guidata da Sergio Abramo, ha lavorato per risolvere una vicenda intricata”.

“Mi sono stufato di assistere un giorno sì e l’altro pure ai continui e inutili tentativi di attribuzione di paternità con cui alcuni esponenti del partito d’opposizione.

Di cui fa parte la stessa Rotundo, tentano maldestramente di mostrare un attivismo che esiste solo a mezzo stampa. In merito ai giochi per bambini di villa Margherita non mi ero accorto, oltretutto, che l’assessore incaricato fosse proprio la Rotundo: evidentemente il sindaco le ha concesso una delega e lei, bravissima, ha sciolto i nodi nell’arco di qualche giorno. Tutto bene, se non fosse che la questione è stata risolta non per dare risposta a una sua personale battaglia. Ma per garantire all’utenza ciò che gli spetta: giochi sicuri per i bambini in un luogo suggestivo e bellissimo.

     

Che proprio la Rotundo rimarchi il tempo d’attesa significa che non ha la minima idea di quanto servisse a ottenere questo importante risultato”. “Nelle prossime settimane, non appena verranno ultimati i lavori di montaggio famiglie e bambini avranno a disposizione nuovi giochi in villa Margherita. È, questo, un esempio cosa significa amministrare e cosa voglia dire prendere un impegno e rispettarlo. È ben lontano dal clamore scelto dalla Rotundo e dal suo movimento, ma è senz’altro più produttivo e positivo.

I catanzaresi apprezzano questi modi, non di certo i toni di una certa opposizione che sa solo indulgere nella propaganda più spicciola e inutile. Delle criticità che evidenzia a giorni alterni la consigliera Rotundo ne sono ben consapevole. Ma va pure sottolineato che questa amministrazione non ha a disposizione i fondi per intervenire dappertutto e subito. Se la consigliera conosce un altro modo per intervenire, sarò ben lieto di farle da sponda e ringraziarla pubblicamente”.

© Riproduzione riservata.

Fonte