Una delegazione dei sindaci della piana di Gioia Tauro sta bloccando l’impianto di termovalorizzazione per evitare che vengano conferiti rifiuti da comuni di altre zone.

La situazione, secondo i sindaci, sta per diventare drammatica vista l’impossibilità di conferire gli scarti che giacciono nelle città e che sarebbero ormai migliaia di tonnellate. Il termovalorizzatore di Gioia Tauro, hanno spiegato i sindaci, non può accogliere il conferimento perché non si sa dove depositare gli scarti della lavorazione visto che domani la discarica di Cassano Ionio (Cosenza) chiuderà e che fra non molto chiuderà anche la discarica Sovreco di Crotone.

Quest’ultimo impianto, tra l’altro, hanno riferito i sindaci, non accetta il conferimento degli scarti del termovalorizzatore perché chiederebbe garanzie economiche dalla Regione. “Il sistema – ha detto il sindaco di Gioia Tauro Aldo Alessio – è al collasso, frutto di un’assenza di programmazione decennale sul trattamento dei rifiuti in Calabria”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte