Una mozione d’indirizzo sul rinvio dell’anno scolastico è stata approvata dal Consiglio regionale della Calabria. Ben consigliere regionali presenti su 31, infatti, hanno votato a favore per questa soluzione.

Nella mozione si chiede di posticipare l’apertura di alcune scuole, fissata per il 24 settembre, al 28 settembre. Il motivo? Molti istituti scolastici, il 20 e 21 settembre, si trasformeranno in seggi elettorali per il referendum sul taglio del parlamentari. Con la mozione “s’impegna il Presidente della Giunta regionale e l’esecutivo a valutare la possibilità di posticipare l’inizio dell’anno scolastico, almeno alla data dal 28 settembre 2020, solo negli istituti scolastici sede di seggio elettorale, al fine di garantire un rientro a scuola più sicuro e per dare maggiore tranquillità e serenità alle famiglie, agli studenti e agli addetti ai lavori”.

Redazione CalabriaLibera