Catanzaro – Riceviamo e Pubblichiamo. “Da giorni il centrodestra cittadino, con estremo ritardo, dibatte sulla delicata situazione che investe la sanità catanzarese, oggi più che mai in pericolo dopo i provvedimenti adottati in questi due anni dal commissario ad acta alla Sanità Scopelliti, nell’assoluto silenzio dei politici di centrodestra locali. Quest’ultimi evidentemente troppo impegnati nelle numerose campagne elettorali e quindi in imbarazzo dinnanzi alla scellerata condotta del commissario Scopelliti. I cittadini hanno assistito anche al discussione a mezzo stampa tra il direttore generale dell’A.O. Pugliese Ciaccio e il Rettore dell’Università, che denota l’evidente ed assurdo squilibrio creato dal decreto 136/2011, che la mia parte politica denuncia sin dalla sua pubblicazione. L’auspicio è che il dibattito sulla sanità catanzarese, che vede in questi giorni protagonisti due illustre personalità come il Rettore ed il direttore generale del più importante presidio ospedaliero cittadino, coinvolga, con la dovuta onestà intellettuale, tutto il mondo politico ed in particolar modo il gruppo dirigente di centrodestra, soprattutto in occasione del prossimo Consiglio Comunale che avrà a tema la sanità cittadina. Dovrà essere un confronto democratico e costruttivo, volto alla salvaguardia ed al prestigio della sanità catanzarese, alla presenza di tutti gli addetti ai lavori”.
Gruppi consiliari centrosinistra