E’ stata messa a regime e riorganizzata la fruibilità delle strutture sportive pubbliche a San Giovanni in Fiore. Il lavoro, portato avanti dall’assessore allo Sport, Leonardo Straface, ha saputo soddisfare le esigenze di tutte le associazioni sportive presenti sul territorio comunale e regolarmente iscritte al Coni ed alle rispettive federazioni.

“Ripartire con ordine e metodo le strutture sportive comunali, dando a tutte le associazioni la stessa possibilità di utilizzo  – afferma l’assessore Straface – è un impegno  assunto sin dalla mia nomina assessorile  e pienamente rispettato. Non è stato un lavoro semplice, né facile da portare avanti attese le poche strutture sportive esistenti e le esigenze delle tante associazioni cittadine. Ma ci siamo riusciti”.

   

L’assessore Straface, inoltre, annuncia con meritata soddisfazione  che  sono state superate tutte le situazioni di morosità riferite al pagamento delle  quote orarie di utilizzo delle varie strutture sportive pubbliche.  “Tutte le associazioni che hanno usufruito delle diverse strutture comunali – sostiene Leonardo Straface –  hanno effettuato in pagamenti di quanto dovuto nei termini stabiliti da una delibera di giunta adottata prima della mia nomina ma mai attivata. Dopo non poche insistenze da parte mia, gli organi competenti hanno, finalmente,  provveduto a richiedere i pagamenti delle mensilità arretrate, risanando una situazione deplorevole. Le risorse finanziarie derivanti da questa operazione  sono state reinvestite  nella  manutenzione delle stesse strutture sportive  e nell’acquisto di nuove attrezzature. Ciò  consentirà a tutte le associazioni di svolgere la propria attività in maniera più confortevole e soddisfacente ”.

L’assessore Straface, infine, annuncia il ripristino del “Valentino Mazzola”   effettuato in economia, “per il quale – dice Straface – si potrà ora ospitare anche squadre di categoria nazionale”.

“In soli pochi mesi  – concluse Leonardo Straface – è stato svolto un lavoro di straordinaria importanza volto ad assicurare continuità  nello svolgimento delle proprie attività a tutte le associazioni sportive, rispettandone la professionalità di tutte e di ognuna senza distinzione di alcun genere. Questo perché sono da sempre convinto dell’importanza che riveste la pratica sportiva nella crescita dell’individuo, ma anche per lo sviluppo sociale della collettività. Con l’occasione, pertanto, ringrazio tutte le associazioni che sopportando enormi  sacrifici svolgono la loro attività sul nostro territorio, raggiungendo,  spesso, ottimi risultati  che ci riempiono di orgoglio e di speranza”.

Fonte