Catanzaro – L’assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri, informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta, intervenendo ieri in Consiglio regionale in merito all’approvazione della normativa sugli ecomusei, ha dichiarato che ”la Calabria colma un vuoto con una legge che e’ tra le piu’ innovative d’Italia”. ”Il provvedimento – ha aggiunto – indicato su iniziativa del capogruppo del Pdl Gianpaolo Chiappetta, coniuga natura e cultura, evidenziando due grandi risorse della nostra regione’. Si tratta certamente di un segnale ma che va nella direzione giusta perche’ da una parte si valorizza lo sterminato patrimonio culturale della nostra regione: dalle aree archeologiche ai castelli, dalle chiese ai musei, dai libri antichi alle ceramiche, dall’altra vengono messi in risalto le risorse ambientali fatte di parchi, aree protette, superfici boscate, centri storici e anche esempi di archeologia industriale. Nel frattempo, anche in Calabria, in tante realta’ locali, come a Sellia, si sono realizzati degli ecomusei, che contribuiscono allo sviluppo del territorio”. ”Questo dimostra – ha concluso Caligiuri – che, pur tra tante difficolta’ e contraddizioni, e’ gia’ in atto un processo di sviluppo economico basato sulla cultura”.