Reggio Emilia – Nove autocarri sono stati bruciati nella notte a Reggiolo, paese della Bassa reggiana. I camion appartengono alla ditta di una famiglia originaria di Cutro (Catanzaro) che esegue trasporti di inerti. Quasi certa, secondo gli accertamenti di Carabinieri e Vigili del fuoco, l’origine dolosa del rogo, appiccato forse utilizzando del liquido infiammabile, che ha causato danni per centinaia di migliaia di euro. Le indagini sono coordinate dalla Procura reggiana. L’incendio e’ scoppiato nella tarda serata di ieri. I vigili del fuoco sono stati avvisati da alcuni vicini che hanno notato le fiamme. I camion erano parcheggiati nel cortile della sede della ditta, una ex azienda agricola ristrutturata fuori dal paese. Sul posto sono intervenuti sette mezzi dei vigili del fuoco provenienti dalle sedi della provincia di Reggio Emilia e dal distaccamento di Carpi (Modena). Le operazioni di spegnimento si sono protratte fino alle 3.30. Nessuna persona e’ risultata ferita.