Reggio Calabria – Manganiello e il manganello. Non e’ il titolo di un film ma potrebbe esserlo. Manganiello e’ il direttore di gara di Reggina-Varese, gara valevole per la tredicesima giornata di serie B; il manganello e’ cio’ che e’ servito per calmare gli animi al termine della stessa gara di calcio, condizionata dall’arbitro inadeguato e sfociata in una maxi rissa nella quale sono state segnalate anche testate proibite. E’ tutta in questa ironica ma spietata analisi Reggina-Varese, partita terminata 1-1. La Reggina doveva vincere ma non lo fa e rimane in brutte acque. Colpa dell’arbitro, che non ha assegnato un rigore evidente agli amaranto, e colpa soprattutto della formazione di Dionigi, che ha sprecato l’impossibile e dopo essere passata in vantaggio non e’ stata capace di chiudere la partita. Al Granillo lo sanno bene. Male l’arbitro, ma poco concreta la Reggina. Se gli amaranto avessero fatto il loro dovere Manganiello sarebbe passato inosservato. Arrabbiato il presidente Lillo Foti che ai microfoni di Sky ha detto: “era una gara tranquilla, ma il rigore non dato per fallo su Comi e le ammonizioni sbandierate senza criterio hanno innevorsito la partita”. Ma passiamo alla gara. La formazione amaranto parte forte e gia’ al 2′ ha la palla buona per sbloccare la gara, ma Ceravolo a tu per tu con il portiere avversario spedisce a lato. La squadra allenata da Dionigi domina ed al 27′ va vicina al gol con Barilla’, ma e’ provvidenziale il salvataggio in extremis del Varese. Al 44′ ancora Ceravolo si divora un gol clamoroso e si comprende che per i calabresi non sembra essere giornata. Al 47′ pero’ Comi sblocca l’incontro, grazie ad un colpo di testa vincente su azione da corner. La Reggina attacca ancora e reclama come detto un rigore per fallo su Comi in area, ma clamorosamente, nell’unica occasione da gol avuta, il Varese pareggia al 75′. Papera colossale della difesa amaranto e Neto Pereira gira in modo perfetto la palla alle spalle di Baiocco, siglando il definitivo 1-1. La Reggina chiude anche in dieci per la doppia ammonizione ravvicinata di Adejo. Poi la rissa, con Ebagua che colpisce Barilla’. Sulla gara e’ intervenuto anche Giuseppe Scopelliti, presidente della Giunta Regionale presente al match. ”Una bella partita guastata da un arbitro inadeguato che ha rovinato una giornata di sport. Mi complimento con Davide Dionigi ed i suoi ragazzi – ha aggiunto il Governatore – per l’impegno profuso ma, sinceramente, la direzione di gara odierna mi ha deluso parecchio. Un arbitro scarso e non all’altezza della situazione che ha alimentato il clima di tensione nei minuti finali. Ancora una volta la Reggina viene penalizzata da arbitraggi poco felici”. Ora per la Reggina si mette davvero male trovandosi al penultimo posto. Nella prossima giornata i calabresi faranno visita al Bari e la gara si giochera’ di lunedi’ sera, alle 20.45. I pugliesi sono in crisi, ma la Reggina e’ forse all’ultima spiaggia.

 

REGGINA (3-4-3): Baiocco, Adejo, Ely, Bergamelli; Melara (81 D’Alessandro), Armellino (64′ Rizzo), Hetemaj, Barillà; Sarno (73′ Fischnaller), Comi, Ceravolo. A disp. Facchin, Lucioni, Viola, Castiglia. All. Dionigi

VARESE (4-4-2): Bastianoni; Fiamozzi, Pucino, Troest, Grillo; Zecchin, Kone (68′ Tripoli), Filipe (46′ Damonte), Nadarevic; Eusepi (57′ Neto Pereira), Ebagua. A disp. Bressan,  Momente’, Lazaar, Carrozzieri. All. Castori
Marcatori: 47′ Comi, 77′ Neto Pereira.