«Oggi l’ineffabile sottosegretario all’editoria Vito Crimi ci spiega che la convenzione con Radio Radicale non sarà rinnovata perché non è transitata da una procedura pubblica. Allora perché non ha il coraggio di indire la gara, visto che ne ha la competenza?». A intervenire è la parlamentare del Partito Democratico, Enza Bruno Bossio, che aggiunge: «La verità è che il Governo vuole solo che una voce autorevole, libera e dalla specchiata funzione informativa possa interrompere i suoi servizi per la collettività. Questa di Crimi è l’ennesima scusa per nascondere la sua reali intenzioni. Il Governo ha in mente solo l’assillo di imbavagliare Radio Radicale e oscurare una fonte di verità che, evidentemente, per un Governo di incompetenti, bugiardi e irresponsabili, può essere solo foriera di guai e problemi».

Redazione Calabria 7

Fonte