Il vicepresidente della Provincia, Antonio Montuoro ed i consiglieri Nicola Arena, Nicola Azzarito Cannella, Luigi Levato, Filippo Mancuso, Giuseppe Pisano, Ezio Pratico e Fernando Sinopoli hanno diramato una nota sull’approvazione dello schema di bilancio di previsione 2019-21.

“Il risultato che abbiamo conseguito ieri, nella seduta di Consiglio in cui è stato approvato lo schema di bilancio di previsione 2019-2021 con una maggioranza quasi unanime, ci consente di raccogliere i graditi frutti del lavoro instancabile iniziato lo scorso 1 novembre, quando ci siamo insediati. Gli undici voti favorevoli e un solo astenuto, che hanno reso la seduta del Consiglio straordinariamente positiva, costituiscono lo specchio di una realtà che, con grande fatica, abbiamo messo in piedi. Il Consiglio di ieri ci ha raccontato che quello che abbiamo iniziato a scrivere è un percorso di sana vita amministrativa. E se finora abbiamo scritto poche pagine, stante il ridotto tempo trascorso da quando siamo alla guida dell’Amministrazione provinciale, quello che ci proponiamo è di elaborarne tante altre capaci di narrare risultati sempre più ambiziosi, ma capaci, surtout, di descrivere con quanto amore, impegno, energia e sacrificio tutti noi ci muoviamo quotidianamente per testimoniare alla gente e ai tanti Comuni che confidano in noi e che ripongono in noi grandi attese e aspettative, che ci siamo e che il nostro lavoro è finalizzato a dare risposte concrete ai loro bisogni. Il clima di serenità in cui si è svolto il Consiglio provinciale ci dà ragione, ci dice che stiamo lavorando bene e che possiamo puntare dritti alla conquista di tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati, guidati da un grande capitano qual è il presidente Sergio Abramo che ringraziamo per la carica che ci infonde costantemente e che ci sprona ad andare avanti con convinzione e tanto coraggio.

Con scelte quali la dismissione dei fitti superflui o la redazione del piano di alienazione e la successiva messa a bando degli immobili inutilizzati per recuperare fondi da reinvestire nel miglioramento delle strutture scolastiche, della viabilità e dei manti stradali, abbiamo posto le basi per fare ripartire al meglio l’Ente intermedio, fermo restando che siamo in attesa di conoscere la decisone del Governo rispetto al superamento della legge Delrio, che umilia un ente che detiene funzioni di fondamentale importanza per la salute dei territori. Diciamo grazie ai dirigenti, in particolare, in questo specifico caso, al dirigente del settore finanziario, Giuseppe Canino, ma diciamo grazie anche ai consiglieri di minoranza presenti in aula. Nello specifico, ci riferiamo a Giovanni Costanzo, eletto nella lista dei cicontiani-salziani, e a Davide Zicchinella, capogruppo del Pd, che hanno votato favorevolmente, ma anche a Marziale Battaglia, ex vicepresidente dell’Ente intermedio, che pur non dicendo sì non ha detto no, dimostrando uno spirito di collaborazione che ci ha molto colpito.

E’ anche il loro atteggiamento, positivo e propositivo, per nulla polemico e mai distruttivo, ad averci regalato la sensazione di aver fatto un grande lavoro di squadra, che andrà avanti sotto i migliori auspici. La 28 marzo torneremo in aula, saremo prima impegnati con l’assemblea dei sindaci che saranno tenuti ad esprimere il loro parere sul bilancio, obbligatorio ma non vincolante, e a seguire si passerà alla ratifica del documento in Consiglio. Si tratterà, ne siamo certi, di dimostrare una volta ancora che non esistono colori politici quando nel mezzo vi sono gli interessi della gente e dei Comuni del territorio”.

rédaction Calabre 7

source