Reggio Calabria – Si è svolta, presso la sala Giuditta Levato di Palazzo Campanella (Regione Calabria), moderata dal giornalista  Carlo Arnese, la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2013 de “I Tesori del Mediterraneo”.  Sono intervenuti, nell’ordine , il presidente dell’Associazione Nuovi Orizzonti,  Natalia Spanò che ha concentrato il suo intervento sull’aspetto artistico, descrivendo gli spettacoli che da Venerdì 26 a Domenica 28 allieteranno il pubblico dell’Arena con artisti di notevole spessore e l’impareggiabile regia di Roberto Vecchi. A seguire, il delegato del CONI regionale, Roberto Cardona, ha sottolineato la valenza sportiva dell’evento e l’opportunità offerta dalla regata di sfidarsi su di un campo di gara unico al mondo. Giuseppe Fata, presidente della Camera Regionale della Moda Calabria, ha ribadito, successivamente, come l’impegno profuso da anni, dall’Associazione Nuovi Orizzonti, costituisca un importante punto di riferimento per organizzazioni come quella da lui presieduta. Emozionante, nella sua delicatezza e compita gioia, l’intervento della Madre Superiora Tiziana Codello delle Suore Veroniche del Santuario di San Gaetano Catanoso  che ha manifestato la soddisfazione per l’inserimento del Santuario all’interno del programma della manifestazione, descrivendone le peculiarità artistiche e storiche e configurando tra i “tesori” anche quello del turismo religioso. Giuseppe Quartuccio, responsabile U.R.P. Comune di Reggio Calabria (Ufficio Relazioni Pubblico) ha introdotto la serie di interventi istituzionali, evidenziando come, nonostante i risaputi problemi dell’amministrazione comunale, non manca l’attenzione su eventi così importanti che, da anni, caratterizzano il territorio, restituendo lustro alla città. Paolo Catalano, ha quindi preso la parola, e con emozione, un pizzico d’amarezza e tanta passione, ha raccontato le difficoltà affrontate per realizzare ancora una volta una kermesse così articolata, soprattutto in un periodo economicamente così negativo. L’intraprendente organizzatore ha auspicato che quel tanto agognato processo di “istituzionalizzazione” dell’evento, possa, dopo quasi un decennio, finalmente realizzarsi, restituendo ai “Tesori del Mediterraneo” la giusta considerazione politica in funzione della loro straordinaria valenza sociale ed economica, riconosciuta da tutte le Istituzioni nazionali che, via via, si sono succedute nelle varie edizioni. Carlo Arnese, dopo aver ricordato gli appuntamenti televisivi su Videocalabria e CN24 can. 218 (digitale terrestre) e le dirette in  streaming (AppLive e Calabrialive), ha dato la parola per l’intervento conclusivo al Vicepresidente del Consiglio Regionale Alessandro Nicolò (in rappresentanza anche del Governatore Giuseppe Scopelliti), il quale, con grande energia, ha elogiato l’opera dell’Associazione Nuovi Orizzonti, confermando l’impegno delle Istituzioni rappresentate e ribadendo la definitiva conclusione della politica assistenzialistica in funzione di un più attento e mirato sostegno nei confronti di chi, come nel caso dei “Tesori”, produce ritorni di grande e diversa valenza sul territorio. L’appuntamento è quindi stato dato a tutti a Giovedì pomeriggio per il fatidico taglio del nastro all’ingresso della Cittadella del Mediterraneo sulla strada carraia del Lungomare.