Praia a Mare (CS) – Il Movimento ambientalista del Tirreno, coordinato da Francesco Cirillo, e il Coordinamento provinciale del Si-Cobas, coordinato da Luigi Pacchiano, in una nota, lanciano una proposta per una manifestazione regionale a Praia a Mare ”chiedere la bonifica di tutti i territori inquinati ed ancora pieni di rifIuti tossici”. La manifestazione, prosegue la nota, ”avra’ come tema la bonifica dei territori come la Marlane, la valle dell’Oliva, la discarica di San Calogero a Vibo, il cassanese, la Pertusola di Crotone, il fiume Noce, ma vuole anche allargarsi alla situazione della sanita’ in Calabria, nello specifico la sottovalutazione del rischio tumore che dilaga in tutta la regione. Non ci sono le necessarie strumentazioni per prevenire il tumore, esistono pochi centri di chemioterapia e radioterapia, non esiste un adeguata assistenza per i malati di tumore, non esiste un registro dei tumori. Chiediamo quindi un indagine epidemiologica sui territori inquinati, sugli alimenti e sulle coltivazioni, oltre che sui nostri mari”. ”I turisti – proseguono i promotori – sono andati via, ora possiamo lavarci i panni sporchi in famiglia senza terrorizzare imprenditori, commercianti, albergatori, turisti eventuali fuori stagione. Il processo in corso a Paola sulla Marlane dopo le coraggiose deposizioni di Luigi Pacchiano, Emilio Osso e dei funzionari dell’Arpacal e dell’Asl hanno sciolto ogni eventuale dubbio su cosa ci sia all’interno della Marlane. E’ ora di alzare la testa e far sentire la voce di tutti i cittadini. Incontriamoci per costituire il Comitato per le bonifiche e preparare la manifestazione regionale”. I promotori dell’iniziativa hanno programmato un’assemblea pubblica per la costituzione del comitato per le bonifiche dei territori e dei mari per giovedi’ 25 ottobre alle 18 a Praia a Mare ”per avviare nuove ricerche con mezzi satellitari e scientifici delle navi dei veleni esistenti nei mari della Calabria”.