Gizzeria (CZ) – Letterino Cuda, l’uomo fermato nei giorni scorsi per l’omicidio del fratello della sua compagna, ha confessato di avere ucciso Annunziato Gallo la sera del 31 dicembre scorso nelle campagne di Gizzeria (Catanzaro). La confessione di Cuda, che dal momento del suo fermo e’ rimasto in isolamento, e’ stata resa stamani nel corso dell’udienza di convalida del provvedimento durante la quale lo stesso Cuda ha ammesso di avere ucciso l’autotrasportatore. Il gip Carlo Fontanazza, a seguito della confessione dell’omicida, ha emesso l’ordinanza di custodia in carcere. Alla base del delitto maturato dopo decenni di dissapori e screzi tra in due che non si rivolgevano la parola da decenni, il fatto che Gallo aveva danneggiato con il proprio trattore delle canalette di scolo dell’acqua poste nella proprieta’ di Cuda.