Cropani, “Con D.P.R. del 31 luglio 2017, pubblicato sulla G.U. n.200 del 28-08-2017, il consiglio comunale è stato sciolto per l’applicazione della misura prevista dall’art.143 del D. Lgs. n.267/2000 ed il comune è stato commissariato”. Si leggeva questo sulle pagine di cronaca locale esattamente due anni fa. Momenti difficili per la cittadina ionica che per molto tempo ha rappresentato uno dei fiori all’occhiello del comprensorio, per l’arte e la cultura che la caratterizzano, per le bellezze paesaggistiche, per le tradizioni e molto altro ancora. Oltre alla diffusa voglia di riscatto e di rinascita, si respira in questi giorni anche il fermento di una possibile tornata elettorale in vista. Nei giorni scorsi, attraverso un’assemblea pubblica partecipata, il gruppo NuovaMente Cropani si è presentato pubblicamente, manifestando il proprio impegno a prendere parte alla ormai prossima tornata elettorale.

Durante l’incontro, il movimento NuovaMente Cropani ha voluto presentare le proprie idee, il proprio simbolo, ciò che attraverso di esso si vuole esprimere. A seguire la lettura e l’approvazione di un manifesto condiviso, l’identificazione da parte dell’assemblea della figura che dovrà rappresentare il candidato a sindaco del movimento. Il nome proposto, e approvato all’unanimità dai presenti, è stato quello di Raffaele Mercurio, libero professionista e persona da sempre impegnata nel sociale. “Per troppo tempo eventi e accadimenti, che non appartengono alla storia del nostro paese, hanno sostituito parole da sempre care ai cropanesi, quali turismo arte cultura e sviluppo del territorio – ha dichiarato Mercurio – Bisogna ripartire il prima possibile lavorando intensamente alla ricostruzione del tessuto sociale politico e amministrativo.

     

La mia candidatura, per la quale ringrazio il grande lavoro svolto fin qui dal movimento civico NuovaMente Cropani e la bella assemblea partecipata che ha inteso propormi, è solo un punto di partenza. Tutti insieme – ha proseguito – lavoreremo alla costruzione di una lista che tenga conto di tutte le altre componenti politiche e civiche attualmente presenti sul territorio. Insieme non solo si potranno vincere le prossime elezioni ma si potrà ben amministrare il nostro tanto amato paese”.

Fonte