Crotone – Operavano nel settore degli appalti pubblici e della bonifica le 35 persone arrestate a Crotone questa mattina. Otto di questi erano gia’ in carcere. Le indagini condotte dalla Dda di Catanzaro hanno svelato un nuovo sodalizio capace di unirsi per gestire la criminalita’ del crotonese e secondo gli inquirenti le cosche che hanno stretto un patto di ferro sono i Vrenna-Ciampà-Bonaventura e Megna di Crotone, i Farao Marincola di Ciro’, i Grande Aracri di Cutro e i Morabito di Reggio Calabria. Stupefacenti, appalti della S.s. 106, l’energia eolica, la bonifica dell’area industriale dell’ex Pertusola oltre ad altri appalti e subappalti pubblici sono gli affari gestiti dalle cosche. Nicolino Grande Aracri, indicato dagli investigatori come uno dei boss della ‘ndrangheta del crotonese, si era attivato per imporre la riassegnazione di un medico al servizio 118 dell’ospedale di Crotone. Durante le indagini, secondo quanto si e’ appreso, sono stati intercettati diversi “pizzini” inviati da Grande Aracri ad un altro esponente di vertice della cosca, Gaetano Ciampa’, per l’imposizione della riassegnazione del medico.

Gli arrestati:

Annibalo Barone, detto “Annibale”, 34 anni, di Crotone; Domenico Bruno, 41 anni, di Petilia Policastro; LeoCarneli, 51 anni, di Bruzolo (TO); Alfonso Carvelli, detto “Fronzo”, 35 anni, di Crotone; Alfonso Cazzato, 25 anni, di Crotone; Danilo Cazzato, 24 anni, di Crotone; Gianluca Chiarelli, detto “Luca”, 35 anni, di Crotone; Michele Chiarelli, 66 anni, di Crotone; Gaetano Ciampà, detto “Barba”, 67 anni, di Crotone; SalvatoreCiampà, 54 anni, di Crotone; Luigi Cirillo, 49 anni, di Cutro; Francesco Corrado, detto “Mozzarella”, 32 anni, di Crotone; Franco Croce, 33 anni, di Campana (CS); Mauro De Luca, detto “Marachella”, 40 anni, di Crotone; Mario Figliuzzi, 43 anni, di Crotone; Francesco Franco, 25 anni, di Crotone; Orlando Genovese, 34 anni, di Crotone; Giuseppe Iorno, 41 anni, di Crotone; Francesco La Forgia, 33 anni, di Crotone; Gianluca LaForgia, 29 anni, di Crotone; Massimiliano La Forgia, detto “Massimo”, 37 anni, di Crotone; Rosario Lefosse, 26 anni, di Crosia (CS); Andrea Leto, 29 anni, di Crotone; Rosario Martino, detto “Saruzzo u’ Nigricchio”, 56 anni, di Crotone; Massimo Murgeri, 38 anni, di Crotone; Roberto Otranto Godano, 35 anni, di Crotone; Domenico Antonio Palamara, 42 anni, di Africo (RC); Cristian Pignalosa, 27 anni, di Isola di Capo Rizzuto; Michele Rizzuto, 36 anni, di Crotone; Antonio Romano, 45 anni, di Crotone; Vincenzo Santoro, detto “U’ monaco”, 48 anni, di Mandatoriccio (CS); Giancarlo Scarcella, 32 anni, di Scala Coeli (CS); Marco Taverna, 22 anni, di Crotone; Corrado Valsavoia, 24 anni, di Crotone; Cosimo Vecceloque Pereloque, 42 anni, di Catanzaro.