“Back To Life, Back To Live” ovvero ritorno alla vita, ritorno al concerto: sarà questa la parola d’ordine del 40/mo “Roccella Jazz Festival”, la rassegna che, in tempi di lockdown, festeggia i suoi primi quattro decenni con un’edizione speciale dal 21 al 30 agosto.

Edizione “extralarge” e itinerante con novità su luoghi e temi, annuncia il direttore artistico Vincenzo Staiano. “Il RJF del 2020 – dice – avrà uno specifico taglio storico-culturale nelle location scelte come sedi dei concerti: il Teatro al Castello di Roccella; l’area di scavi dell’antica Locri Epizefiri; il Museo Archeologico di Monasterace e il Teatro Romano di Marina di Gioiosa. Molti i musicisti che proverranno da generi diversi come la canzone d’autore, l’opera, la musica etnica, il rock, il funk e il rap.

La XL sarà, quindi, un’edizione speciale in formato ‘extralarge’ e si presenterà come un concentrato di ‘musica totale’, con il jazz genere dominante, come nella migliore tradizione del Festival. Saranno 18 i concerti e l’originalità del programma sarà garantita da ben sei produzioni”.

Si parte venerdì 21 agosto con l’Orchestra Italiana di Renzo Arbore al Teatro al Castello. Ci saranno, tra gli altri, anche Tony Esposito e per il gran finale Brunori Sas. (ANSA)

Redazione CalabriaLibera