“L’aggressione fisica di cui è stato vittima ieri il consigliere comunale 5stelle di Scalea, Renato Bruno, colpito con calci e spintoni da due persone poi identificate dalle forze dell’ordine, sebbene sia pleonastico dirlo, va stigmatizzata con forza. E’ un atto grave che non può e non deve passare inosservato”. Lo dichiara Massimo Misiti, deputato del Movimento 5Stelle, secondo il quale “tutti i cittadini perbene di Scalea, cioè la quasi totalità  della popolazione, a prescindere dalla loro idea politica, devono provare indignazione per un gesto così inqualificabile. La politica è impegno sociale, è azione civica per il territorio e per chi lo abita. E’ evidente che il consigliere Bruno sta facendo un ottimo lavoro, sta toccando nervi scoperti, punti poco chiari. A maggior ragione – sottolinea – i cittadini di Scalea, e non solo quelli che hanno votato 5Stelle, che hanno a cuore il bene della loro citta’ hanno il dovere di non lasciare solo Bruno, ma, anzi, di sostenerlo nelle battaglie, evidentemente giuste, che sta conducendo per il bene del proprio comune e della propria gente”.

Renato Bruno, consigliere comunale del M5S,  sarebbe stato avvicinato ieri da un uomo che lo avrebbe minacciato e spintonato. Avrebbe ricevuto calci alle caviglie e qualcuno gli avrebbe detto di non farsi vedere in giro per la città

Fonte