Catanzaro – Il segretario nazionale del Pd Pier Luigi Bersani sara’ martedi’ prossimo a Catanzaro per una iniziativa elettorale in vista delle amministrative che si svolgeranno in otto sezioni di Catanzaro il 20 e 21 gennaio. Lo ha annunciato il commissario regionale del partito, Alfredo D’Attorre che stamani, insieme al candidato sindaco del centrosinistra Salvatore Scalzo, ha incontrato Bersani a Roma. ”L’incontro con Bersani – ha detto D’Attorre – non e’ venuto sull’onda dell’emergenza ma per la sua volonta’ di mettersi a disposizione della citta’. La riunione e’ stata utile per ristabilire il senso delle cose. Anche perche’ – ha aggiunto riferendosi ai malumori per le candidature al parlamento – i prossimi parlamentari saranno scelti in base alla loro capacita’ di rappresentare un progetto politico e non per l’etnia. Bersani a Catanzaro rappresenta il rapporto diretto tra il prossimo governo nazionale e la citta”’. Scalzo, dal canto suo, tornando sui malumori del gruppo dirigente catanzarese per la mancata presenza tra i candidati al Parlamento di un rappresentante della societa’ civile della citta’, ha sottolineato che il documento inviato a Bersani ”era un modo per evidenziare il dispiacere della citta’ ma costituiva anche un sano orgoglio per una discussione franca. Che il centrodestra faccia polemiche sulle candidature partendo da questo non esiste. La citta’ e’ stata mortificata da altri, da parlamentari che non hanno fatto niente e da un governo regionale che si e’ armato contro Catanzaro”. ”In un momento cosi’ delicato – ha aggiunto Scalzo – ho apprezzato la disponibilita’ di Bersani a dare ascolto alle esigenze ed al progetto di governo della citta’. Bersani si e’ detto vicino emotivamente alla battaglia della citta’ e considera la classe dirigente catanzarese un punto di riferimento per il Mezzogiorno. A Catanzaro c’e’ un progetto vero di rilancio delle funzioni dirtettive proprie di un capoluogo. Catanzato puo’ essere il fulcro di un progetto meridionale di rilancio a guida Bersani”.