Catanzaro – “Sergio Abramo sarà certamente ricordato come il sindaco che ha aumentato le tasse, aggravando irresponsabilmente una crisi economica senza precedenti. Abbiamo avuto modo di dimostrare come l’ex sindaco abbia alzato al massimo l’ asticella dell’aliquota Imu, provocando un certo nervosismo in una parte del Pdl locale, ma non solo”. E’ quanto scrive il Comitato Scalzo sul proprio sito internet. “Se i dati riportati da Il Sole 24 ore non dovessero bastare a convincere gli esponenti del centrodestra, si legge ancora, ci ha pensato il quotidiano molto vicino alle posizioni del partito di Berlusconi.  Su “Il Giornale” di ieri leggiamo quanto segue:  La Consulta dei Caf, esaminando le varie delibere, ha infatti evidenziato che, rispetto all’acconto di giugno (pagato con l’aliquota base dello 0,4% sulla prima casa), il 28% circa dei Comuni ha aumentato il prelievo. Tra questi ben 257 (il 3,2% del totale) ha optato per l’aliquota massima dello 0,6% con Catanzaro, unico capoluogo di Regione a figurare nell’elenco. Ma come se non bastasse, l’ex sindaco, richiamato per risollevare le sorti della Città di Catanzaro, non si è fermato qui.Ha aumentato del 10 % la tassa sui rifiuti con la città che vive una situazione di assoluta emergenza da più di un anno, senza alcun cenno di programmazione seria ed efficace per uscire dalla crisi. Le strade sono vittime dell’incuria e della sporcizia e con il Natale alle porte l’emergenza rischia di precipitare. Ha aumentato del 25% la tassa sull’acqua che costerà ai catanzaresi 2,1 milioni di euro in più. Ma i disservizi e i disagi dei cittadini sono all’ordine del giorno.  Tagli lineari che hanno riguardato le mense scolastiche (a totale carico delle famiglia) e le politiche sociali, gravando notevolmente ed in maniera inaccettabile sulle fasce più deboli. Il 20 e il 21 gennaio i catanzaresi se ne ricorderanno. La città è stanca delle false promesse e delle bugie di un centrodestra che ha dato prova della propria inadeguatezza. Salvatore Scalzo sarà il sindaco di tutti e la sua amministrazione sarà in grado di far ripartire con entusiasmo, competenza e affidabilità, un capoluogo regionale tradito e umiliato a tutti i livelli da centrodestra capace solo di mettere le mani nelle tasche dei cittadini. Noi abbiamo in mente una città diversa, fatta di servizi efficienti e di rispetto delle fasce più deboli e lo stiamo comunicando quotidianamente a tutti i cittadini, così come è stato fatto in questi cinque mesi di opposizione in Consiglio comunale”.