“La riconferma della Lega è arrivata puntuale in queste ore con l’esito delle elezioni regionali per l’Abruzzo”.

Lo scrive Antonio Chiefalo, coordinatore provinciale della Lega per Salvini Premier, Catanzaro.

“Quattro i risultati immediatamente percepibili: la caduta del Movimento 5 Stelle rispetto alle recenti elezioni politiche; la crisi profonda del PD che ora scopre di essere obbligata al rischio del civismo che per sua natura contempla anime spesso poco sintone; la schiacciante vittoria del centrodestra; la indiscussa primazia della Lega all’interno dello stesso centrodestra.

E’ presto, prosegue Chiefalo, per interrogarsi sulle conseguenze di tutto ciò e tuttavia non v’è dubbio che i preesistenti equilibri saranno intanto conservati. Ciò che invece cambia è il rafforzamento di una consapevolezza e di una responsabilità che dovranno tradursi in un sempre maggiore impegno per noi della Lega tale da trasformare la quota di consenso “di pancia” in consenso “di testa” e “di cuore”. Nondimeno le altre vicine scadenze elettorali, “europee” in testa, potranno costituire la chiave di volta per una diversa programmazione politica.

Consapevolezza e responsabilità, dicevamo, che, declinate in locale, oggi si traducono anche in un segnale forte per il resto dello schieramento oramai obbligato a dare diversa considerazione al nostro partito. Noi resteremo vigili sui comportamenti e siamo certi che non vi saranno tentativi “di mestiere” di lateralizzazione e subalternità fondate su mere presunzioni o su dati ormai superati dagli eventi e quindi non più utilizzabili.

Non si tratta solo di arginare fughe in avanti quanto, al limite, di agevolare un percorso che, qualora dovesse essere avviato, non può avere alcunché di scontato né di preconfezionato.

Lega, conclude Chiefalo, va avanti ragionando di territori e tentando di dare risposta agli stessi. Territori ormai esausti di una politica che sinora ha dimostrato solo inadeguatezza rispetto al suo nobile significato. L’Abruzzo, ieri, è una formidabile dimostrazione del bisogno di cambiamento”.

Fonte