Crotone – Finisce male la gara per il Crotone nella sedicesima giornata di campionato di serie BWin. Allo Scida il Padova trova i tre punti, superando i pitagorici per 1-0 e ci riesce anche se gioca in inferiorita’ numerica l’ultima mezz’ora di gioco per l’espulsione di Ze Eduardo. I veneti sfatano un tabu’ vincendo su un campo in cui mai avevano conquistato l’intera posta in palio. E quando la statistica nel calcio deve essere riscritta non c’e’ davvero possibilita’ di evitarlo e cosi’ il Crotone non e’ riuscito ad evitare la settima sconfitta stagionale. Eppure parte alla grande la formazione di drago sfiorando il vantaggio per ben due volte in dieci minuti con Calil, che in entrambe le occasioni trova di fronte un ottimo Anania a levargli la gioia del gol. Al 17′ e’ la formazione ospite ad andare vicinissima al vantaggio con Galli, che servito da Cutolo colpisce il palo. Al 21′ De Giorgio non riesce a sfruttare una buona occasione dopo un errore difensivo del Padova ed al 26′ il Crotone va sotto. E’ Farias a trovare un gran gol con un rasoterra da venti metri su cui nulla puo’ fare Caglioni. Non succede piu’ quasi nulla nel primo tempo che termina con i veneti in vantaggio. Nella ripresa i calabresi provano gli affondi per riequilibrare il match, ma e’ ancora il Padova ad andare vicino al raddoppio con Cutolo, che al 55′ spreca un’occasione a tu per tu con Caglioni. La formazione di Drago, nonostante la superiorita’ numerica trovata al 64′ per l’espulsione di Ze Eduardo a causa di un doppio giallo, non riesce a superare l’ottimo piazzamento della formazione di Pea e le uniche occasioni, che comunque non centrano mai la porta, arrivano dalla distanza. E solo al 93′ al Crotone capita la palla del pari. Calil da posizione ravvicinata appoggia la palla verso la rete quasi a colpo sicuto, ma Anania compie un intervento prodigioso. Finisce 1-0 per il Padova dunque allo Scida e rimane parecchio rammarico ai pitagorici. In primis perche’ se fosse arrivata la vittoria il campionato degli squali poteva avere prospettive diverse. E poi perche’ nonostante la superiorita’ numerica e’ arrivata una sconfitta interna che pesa e brucia, soprattutto per l’incapacita’ della formazione di Drago di essere concreta sotto porta come in altre occasioni e come recentemente dimostrato nelle precedenti gare. Ed ora si aspettera’ il big match di lunedi’ prossimo. Infatti al Granillo, in posticipo serale, andra’ di scena il derby con la Reggina. Non puo’ sbagliarlo il Crotone, ma di fronte si trovera’ dei cugini assetati di punti che non potranno fallire.

CROTONE (4-2-3-1): Caglioni; Matute, Vinetot, Abruzzese, Migliore; Eramo, Galardo; Gabionetta, Maiello, De Giorgio (17′ st Torromino); Calil. A disp: Concetti, Checcucci, Addae, Correia, Pettinari, Ciano. All. Drago

PADOVA (3-4-1-2): Anania, Cionek, Piccioni, Trevisan; Legati, Nwankwo, Ze’ Eduardo, Renzetti; Galli (24′pt Raimondi); Farias (24′ st De Vitis), Cutolo (17′ st Granoche). A disposizione: Silvestri, Feltscher, Franco, Rispoli. All. Pea

MARCATORI: 26′ pt Farias