“In Calabria l’incidenza del Covid-19 è bassa, ma “il pericolo è dietro l’angolo. Abbiamo imparato che è un virus che va seguito a ogni passo”. Così la governatrice Jole Santelli in un’intervista a “La Stampa” in cui spiega.

“Facciamo un migliaio di tamponi al giorno. C’è purtroppo un trend in crescita, anche se i numeri sono contenuti”. “Abbiamo avuto il caso di una discoteca-focolaio, nella zona di Soverato. Abbiamo dovuto organizzare in corsa un triage all’aperto con tamponi per 1500 giovani. Capita l’antifona, il 13 agosto ho chiuso le discoteche. Era troppo pericoloso”, sottolinea Santelli. “Abbiamo molti contagi tra i giovani che tornano dalle vacanze all’estero: Spagna, Grecia. Ma dico io, con il mare che abbiamo, dovevano andare tutti fuori d’Italia? I genitori non potevano fargli capire che almeno quest’anno si poteva saltare?”, osserva Santelli.

“Abbiamo avuto un boom inimmaginabile del turismo. Il che ci fa tirare un sospiro di sollievo per l’economia, perché a maggio ce l’eravamo vista brutta. Sono quasi tutti turisti italiani, e per fortuna il contagio autoctono è minimo”, conclude. (ANSA)

Redazione CalabriaLibera