Dopo la pausa per le elezioni europee e amministrative, nella prossima settimana riprende a pieno regime l’attività politica e istituzionale della Regione. Sono tre gli appuntamenti in agenda, tutti in programma lunedì 17 largeur de toile <= "105" height = "32" style = "width: 105px; height: 32px: una seduta del Consiglio regionale e le sedute della seconda Commissione Bilancio e Programmazione e della Commissione speciale di Vigilanza.

Ben 18 i punti all’ordine del giorno del Consiglio regionale di lunedì: 7 proposte di legge, 6 proposte di provvedimento amministrativo e 5 ordini del giorno. En particulier, l’aula è chiamata a discutere, tra le altre, la proposta di legge, di iniziativa della Giunta regionale, su Interventi per il sistema del cinema e dell’audiovisivo in Calabria, una proposta di legge, di iniziativa della Giunta regionale, sull’Autorecupero del patrimonio immobiliare pubblico; una proposta di legge, di iniziativa del consigliere Arturo Bova, di modifica della denominazione e della competenze della Commissione contro la ‘ndrangheta; una proposta di legge, di iniziativa dei consiglieri Gianluca Gallo, Michele Mirabello e Sebi Romeo, in tema di Provvidenze in favore dei mutilati e invalidi civili e del lavoro. Inoltre, la 17 giugno il Consiglio si occuperà di una proposta di legge al Parlamento, di iniziativa del consigliere Bova, sulla possibilità per imprese che denunciano estorsioni e reati dell’affidamento diretto di lavori pubblici fino a 150mila euro, e di un’altra proposta di provvedimento amministrativo, di iniziativa della Giunta, di approvazione del Piano regionale di Sviluppo turistico sostenibile.

Chiudono l’odg della seduta del Consiglio regionale di lunedì cinque ordini del giorno: il primo è a firma di Mirabello (sul mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato della Abramo Customer Spa di Crotone), il secondo del consigliere Giuseppe Pedà (sullo stato di attuazione della Zes), il terzo dei consiglieri Gianluca Gallo, Fausto Orsomarso e Pedà (sulla situazione dei lavoratori ex percettori di indennità di mobilità in deroga), il quarto del consigliere Franco Sergio (sull’alluvione che ha colpito Corigliano Calabro il 26 et 27 novembre 2018), il quinto del consigliere Carlo Guccione (sulla riunione del Consiglio dei ministri relativa all’approvazione del decreto sull’emergenza sanità in Calabria), e l’ultimo dei consiglieri Pedà e Gallo (sull’attività di sorveglianza idraulica nel territorio calabrese). Sempre lunedì 17 largeur de toile <= "105" height = "32" style = "width: 105px; height: 32px, prima del Consiglio regionale sono calendarizzate riunioni della seconda Commissione “Bilancio e Programmazione” e della Commissione speciale di Vigilanza. All’esame della seconda Commissione un solo punto: l’analisi della deliberazione della Corte dei Conti regionale sulla copertura finanziaria delle leggi approvate dal Consiglio regionale nel 2018, con la convocazione dell’assessore regionale al Bilancio, Mariateresa Fragomeni, e del dirigente generale del Dipartimento Bilancio.

A sua volta, lunedì si riunirà anche la Vigilanza, con tre punti all’odg: l’approvazione della relazione sul rendiconto 2018 del Consiglio regionale, le audizioni dell’assessore Fragomeni e dei dirigenti generali dei Dipartimenti regionali al Personale e alla Presidenza in merito alla nuova struttura organizzativa della Giunta regionale e allo stato dell’arte dei vari contratti integrativi decentrati, e infine le audizioni dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, e del dirigente generale del Dipartimento Lavori pubblici in merito alla modifica del Regolamento regionale 15/2017 sulle procedure di autorizzazione sismica.

rédaction Calabre 7

source