“Il prossimo mese di Agosto, secondo quanto comunicato dall’Amministrazione Comunale di Catanzaro, si svolgeranno le prove di preselezione per il concorso di n. 14 Istruttori Amministrativi e n. 10 Istruttori Contabili, tutti a tempo indeterminato. E’ certamente questo un momento importante per l’Amministrazione ormai sottodimensionata come risorse umane, ma ancora di più come risposta, sia pure minima alla città, alla domanda di lavoro, soprattutto dei tanti giovani, ormai emigranti potenziali da questa terra di Calabria. Su questo tema nessuno può scherzare e nessuno può sbagliare. Bisogna dare l’assoluta garanzia di eguale partecipazione agli oltre 6 mila concorrenti, per come bisogna evitare spettacoli indecorosi, come avvenuto in altri contesti ed in altri concorsi nella città capoluogo.”

Lo afferma in una nota Alfredo Serrao, presidente dell’associazione “I Quartieri”.

     

“Ci rivolgiamo oggi, con congruo anticipo rispetto ai tempi indicati, al sindaco Sergio Abramo, affinché sia proprio lui il garante di questa procedura concorsuale, dove meritocrazia e trasparenza siano il metodo da convalidare, senza alcun dubbio di comparaggio o di indicazione politica per quegli aspiranti, considerati solo tali, in quanto già seduti di diritto per “raccomandazione politica”… Siccome non vorremmo essere facili profeti, per come non vorremmo essere dopo facili detrattori di un metodo osceno, ci permettiamo di suggerire al sindaco Abramo, alcuni piccoli accorgimenti, che se accolti – e lo speriamo vivamente – potrebbero essere garanzia autentica di trasparenza e di uguaglianza di tutti nella competizione.

Si disponga da subito la messa a disposizione, magari sul sito del Comune di Catanzaro, della banca dati, affinché tutti i candidati possano trovare una piattaforma, che peraltro dovrebbe essere già in possesso della società che svolge la selezione, dove prepararsi e dalla quale verranno poi estratte le 30 domande oggetto della preselezione; Si disponga che nel sito dove avverranno le preselezioni, l’Auditorium Casalinuovo, ci sia un sistema di registrazione audio e video dei concorrenti e della commissione; Si disponga che le domande oggetto della selezione secondo un calendario da pubblicare, siano estratte, dalle relative banche dati “all’interno dell’Auditorium Casalinuovo”, ogni singola mattina, davanti ai candidati e quindi stampate e distribuite in tempo reale, ovviamente il tutto videoregistrato.

Siamo certi che quanto chiesto sia facilmente condivisibile dal sindaco Abramo, perché di fatto sancisce una scelta autentica di trasparenza e non solo a parole. Peraltro sarebbe una scelta anche di grande saggezza politica, quella per esempio di anticipare la disponibilità della banca dati prima dei canonici 15 gg previsti, per come si autenticherebbe il criterio di trasparenza e meritocrazia anche per la composizione delle commissioni, dove l’adozione di misure preventive, certificano inversamente una garanzia pubblica. Ci auguriamo che scelte di buon senso e, non solo votate alla raccomandazione, quelle che mortificano le speranze dei tanti giovani catanzaresi e calabresi, possano diventare una scelta condivisa con il sindaco Abramo e con quanti governano. Noi la proposta l’abbiamo fatta!”

Fonte