Locri (Rc) – Torna in liberta’ Mohamed Laaribi, il marocchino di 20 anni arrestato ieri e posto ai domiciliari con l’accusa di essere il pirata della strada che ha travolto ed ucciso il ciclista amatoriale Roberto Leonardo, de 52 âge. La decisione estata presa dallo stesso pm della Procura di Locri, Simona Ferraiuolo, che aveva disposto larresto ai domiciliari. Alla base del provvedimento la mancanza del rischio di fuga e di inquinamento delle prove e l’etainferiore ai 21 anni del giovane investitore. Mohamed Laaribi estato individuato dai carabinieri attraverso le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza. Ai militari aveva ammesso di aver provocato l’incidente sostenendo di non aver visto il ciclista percheabbagliato dal sole. Il giovane aveva raccontato anche di non essersi fermato percheprivo della patente di guida e dell’assicurazione. La Procura di Locri ha deciso di rimettere il libertail ventenne anche percheieri, subito dopo l’arresto, aveva ammesso le sue responsabilita’.