IL capogruppo di Officine del Sud, Giuseppe Pisano, difende Abramo e commenta la nota stampa diffusa dal segretario provinciale Pd Gianluca Cuda

“Non può che offrire degli interessanti spunti di riflessione la nota stampa diffusa dal segretario provinciale Pd, Gianluca Cuda, che oltre alle prevedibili critiche verso l’amministrazione Abramo, sembra voler lanciare una malcelata stilettata nei confronti dell’opposizione in Consiglio comunale. Voglio citare un passaggio espresso dal segretario: “è giunto il momento che l’opposizione rilanci la sua azione politica aprendosi alla città”. E ancora Cuda indica la strada che dovrebbe guidare l’azione del suo partito: “aprirsi al confronto”, “discutere le proposte”, “rispondere con i fatti”, “ritrovare le ragioni dello stare insieme e una nuova capacità progettuale”.” Lo afferma Giuseppe Pisano, capogruppo di Officine del Sud.

“Insomma – continua Pisano -, sembra proprio che, al di là dei rituali attacchi al sindaco Abramo, ad interessargli siano piuttosto le sorti di chi probabilmente non sta recitando in modo giusto il ruolo dell’opposizione. Ma Cuda a chi si rivolge in particolare? Tra i banchi della minoranza siedono consiglieri che sono espressione di gruppi e anime contrapposte ben incarnando quella “litigiosità” che Cuda imputa, invece, alla compagine di governo cittadina. E allora dietro le sue parole, non possono che nascondersi tutte le contraddizioni e le lacerazioni che con il bene della comunità, tanto invocato dal segretario Pd, non hanno nulla a che fare. In palio ci sarà forse il tanto ambito ruolo del futuro candidato a sindaco o un posto in lista per il prossimo Consiglio regionale?

     

E se vogliamo guardare al di là del Sansinato, ci accorgeremmo che il Pd calabrese è tutto in preda ad una guerra interna che si sta consumando alle spalle dei cittadini, ormai stufi di questo modo di fare politica. In tutto ciò a Catanzaro e per Catanzaro cosa ha prodotto il Partito Democratico? Nulla, anzi solo le briciole di quei finanziamenti che il governatore Oliverio ha lasciato sulla carta, avendo sempre come priorità la sua Cosenza.

A noi – conclude Pisano – questi giochi poco interessano, e mentre loro sono impegnati a risolvere i propri guai sentimentali, chi amministra la città continua con dedizione e senso di responsabilità a tentare di risolvere i problemi grazie alla guida sapiente del sindaco Sergio Abramo”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte