Di seguito la dichiarazione dell’assessore ai lavori pubblici Franco Longo in replica al Meetup Catanzaro:

“Se avessero prestato maggiormente attenzione alla programmazione portata avanti dall’amministrazione Abramo, gli attivisti del Meetup Catanzaro avrebbero trovato facilmente la risposta ai loro dubbi palesati in un comunicato stampa. Lo scorso mese il Consiglio comunale ha, infatti, approvato una proposta di variazione di bilancio relativa al Piano triennale delle opere pubbliche al fine di inserire l’intervento di efficientamento energetico e di adeguamento normativo degli impianti sportivi Palagreco e Palagallo, finanziato con i 170mila euro stanziati dal Decreto crescita per Catanzaro. E’ stata una scelta precisa dell’amministrazione quella di utilizzare il contributo governativo per realizzare lavori di efficientamento energetico dei due palazzetti per garantire all’ente un cospicuo risparmio di spese e, al tempo stesso, provvedere all’adeguamento e alla messa in sicurezza degli stessi edifici pubblici. Dopo il via libera dell’assise comunale, è tuttora in corso la fase di progettazione degli interventi al fine di concludere la procedura nei termini previsti. Nessuna inerzia o superficialità da parte dell’amministrazione, anzi le risorse del Decreto crescita rientrano in una programmazione ben più ampia improntata a quegli obiettivi richiamati dai Cinque Stelle riguardo ai quali il Comune di Catanzaro è riconosciuto come esempio positivo a livello nazionale, non avendo perso nemmeno un euro delle somme disponibili.

     

L’efficientamento energetico è al centro del Programma Agenda Urbana con un finanziamento di circa dieci milioni di euro destinato a coprire tutti gli uffici, le scuole, gli impianti sportivi e i teatri del catanzarese. Ancora il Capoluogo con il censimento informatico del verde e il progetto Amare Eu è stato citato come unica città del Sud nell’elenco delle “best practices” redatto dall’Agenda urbana per lo sviluppo sostenibile redatta dall’Asvis (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile) e da Urban@it (Centro nazionale di studi per le politiche urbane) e richiamato anche dal Corriere della Sera. E’ in corso d’opera, inoltre, il percorso di pianificazione condivisa per la redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), in stretta collaborazione con il presidente nazionale di Euromobility, che si concluderà il 7 novembre con la definizione di un documento strategico per ridisegnare il settore. Infrastrutture green, piste ciclabili, percorsi tra i parchi e le aree verdi della città che si aggiungono alle politiche ambientali in tema di raccolta differenziata che vedono sempre Catanzaro quale esempio per tutto il Sud riconosciuto dal Conai. Dunque, di cosa parlano gli attivisti Meetup? Mentre loro sono intenti a scrivere il libro dei sogni, l’amministrazione Abramo da anni lavora con i fatti, con i conti in ordine e secondo un’agenda politica divenuta modello di riferimento nazionale”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte