Catanzaro – Acqua non potabile nel quartiere Gagliano di Catanzaro e più esattamente nella zona compresa tra via Orti, Provinciale per Gimigliano, via Smaldone e Lenza. È quanto emerso -secondo una nota del comune – dai campioni di acqua destinati a consumo umano prelevati dall’Arpacal alla fontana posta in via Chiesa Matrice la cui analisi ha dato esito sfavorevole. Lo ha comunicato, al Sindaco, l’Asp, Dipartimento di Prevenzione U.O. Igiene degli alimenti e della nutrizione, con nota n° 2608 del primo luglio 2013. Il Primo cittadino, Sergio Abramo, ha quindi firmato l’ordinanza con la quale ha disposto la sospensione dell’utilizzo per scopo potabile dell’acqua Intanto, gli uffici tecnici comunali hanno avviato immediatamente le indagini necessarie al fine di individuare le cause che hanno determinato la non potabilità dell’acqua. Della problematica è stata investita la Sorical in qualità di fornitore dell’acqua potabile immessa nella rete comunale a servizio del quartiere, nonché la Ditta affidataria del servizio di custodia conduzione e manutenzione della rete idrica comunale. La sospensione dell’utilizzo dell’acqua per scopi potabili nel centro storico del quartiere Gagliano vieta, quindi, l’utilizza dell’acqua per uso alimentare, lavaggio e preparazione degli alimenti, igiene orale, lavaggio stoviglie o utensili da cucina, lavaggio apparecchiature sanitarie, lavaggio oggetti per l’infanzia(biberon, contenitori pappe ecc). Il divieto – si sottolinea – avrà efficacia fino a quando l’Arpacal non effettuerà nuovi controlli e l’Asp, Dipartimento di Prevenzione U.O. Igiene degli Alimenti e della nutrizione non avrà dichiarato la potabilità dell’acqua. (AGI)