(D.C.) – Una discussione lunga e soprattutto attuale, ma che sa d’antico, quella con il professor Franco Cimino (all’anagrafe Giuseppe come primo nome) il quale ha voluto parlare in uno speciale “A microfono aperto…” – registrato oggi e online domani su calabria7.it – di una Catanzaro ormai sepolta nelle nebbie del tempo.

Una città capoluogo che nel volgere di pochissimi anni ha inesorabilmente perso quota fino a trasformarsi da cigno in brutto anatroccolo. Ma la chiacchierata tra noi e l’ex maggiorente Dc ha anche riguardato la vecchia Balena Bianca. Il riferimento è, come ovvio, al Partito-Stato che ha guidato il Paese per decenni fino al disfacimento causato dall’inchiesta Mani Pulite e forse anche da un fisiologico evolversi della realtà socioeconomica. 

 

     

 

© Riproduzione riservata.

Fonte