Catanzaro – E’ stata presentata questa mattina nella sala giunta di Palazzo di Vetro, dal Commissario straordinario della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro e dal direttore artistico Tommaso Colloca l’edizione 2013 di “Jazz e Vento”, il festival jazz di Cortale, che si terrà dall’11 al 13 agosto. Il festival di quest’anno assume particolare rilievo in quanto coincide con lo svolgimento della decima edizione di “Jazz e Vento”. Un compleanno che andrà celebrato con un ospite d’eccezione, un grande nome largamente rappresentativo del panorama jazzistico internazionale. “Non che le precedenti edizioni non si siano caratterizzate per il passaggio da Cortale di stelle rinomate della musica afroamericana, vedi Dado Moroni con Alvin Queen nella scorsa edizione 2012 – ha detto il direttore artistico Tommaso Colloca -, ma quest’anno in virtù della speciale ricorrenza del decennale, Cortale deve essere in grado di catalizzare il popolo del jazz nelle sue più disparate componenti ricomprendenti le diverse generazioni. E chi se non Billy Cobham è in grado di fare ciò? Chi se non il grandissimo  batterista panamense, la cui universale carriera è costellata da collaborazioni di assoluto vanto e prestigio?”. Billy Cobham si esibirà il 13 agosto in quintetto, con un concerto ad ingresso gratuito in piazza Cefaly a Cortale.

Attraversando i diversi stili jazzistici, nella sua carriera Billy Cobham si è contraddistinto per innovazione, sempre alla continua ricerca di nuove frontiere sonore. Alla fine degli anni “60” entra a far parte del gruppo dell’immenso pianista Horace Silver e, nello stesso periodo, collabora tra gli altri con artisti del calibro di George Benson. Nel 1969 si unisce al gruppo jazz-rock “Dreams”, di cui fanno parte i fratelli Randy e Michael Brecker. In contemporanea lo chiama Miles Davis col quale suona per diversi dischi tra cui “A tribute to Jack Johnson”, e al celebre “Bitches Brew” (disco che ha dato vita alla musica “Fusion”). Poi vi sono gli anni “70” che corrispondono al suo disco più celebre, “Spectrum”, ovvero uno degli album jazz-rock più venduti al mondo. Raffinato compositore, proprio per la centralità che ha saputo dare alle parti della batteria e per la forza creativa che ha contribuito ad assegnare all’ambito ritmico, è considerato tuttora il più influente batterista “jazz-fusion” nel panorama mondiale. Un artista che pertanto come nessun altro è in grado d’abbracciare, come pochi in questo momento, una larghissima fetta di popolo del jazz per festeggiare, in una eterogenea e condivisa compagnia di jazzofili, il decimo compleanno di “Jazz e Vento”.

“Inoltre la ricorrenza del decennale –  ha detto Colloca – impone di dare il giusto spazio ai musicisti di Cortale che tanto si sono spesi neglianni per la crescita e il miglioramento del festival con immensi sacrifici. Si è deciso pertanto di dedicare ben due serate del festival, in cui i musicisti cortalesi, suddivisi per gruppi, eseguiranno i propri repertori.  Quest’anno infine si conferma la collaborazione con l’Associazione “Rumori Mediterranei” organizzatrice del famoso Festival, denominato Roccella Jazz con la quale in coproduzione realizzeremo un concerto di rilievo, il cui cachet verrà interamente pagato da quest’ultima associazione, che aprirà la scena musicale del 13 agosto prima del concerto di Billy Cobham”.

Per il Commissario straordinario della Provincia Wanda Ferro si tratta di “dieci candeline importanti per una rassegna che, partita da Cortale, appartiene ormai al patrimonio culturale dell’intera provincia. Ringrazio il sindaco Francesco Scalfaro, l’assessore alla Cultura Emi Citraro, e il direttore artistico avv. Colloca per il loroimpegno a far crescere il festival anno dopo anno. In questa edizione ci sarà la partecipazione di un grande artista come Billy Cobham, che ho avuto il piacere e il privilegio di portare due volte a Catanzaro, prima da assessore alla Cultura e poi per la prima rassegna Settembre al Parco. La rassegna riesce inoltre a mantenere importanti interazioni, come quella con il Roccella Jazz, dando anche il palcoscenico ai musicisti di grande talento di Cortale che in tutte le edizioni hanno rappresentato una parte importante del Festival. LaProvincia di Catanzaro è ancora una volta partner di questo importante evento, nella consapevolezza che la musica e la cultura non rappresentano soltanto un’occasione di svago, ma soprattutto di crescita sociale ed economica per i territori”.

Altra priorità del Festival è quella della valorizzazione altre arti che nelle loro espressioni s’intersecano con la musica jazz. Quest’anno si è deciso di esporre una mostra pittorica sul jazz dell’artista lametino Dr. Giovanni Caruso, purtroppo prematuramente scomparso all’età di 57 anni il 6 maggio 2013. Inoltre vi sarà una serata denominata anteprima Jazz e Vento non ricompresa nel festival con audio-video proiezioni sulla musica contemporanea a cura dell’Associazione “Suoni del Sud Lamezia”.

 

Programma definitivo

 

DIREZIONE ARTISTICA Tommaso Colloca

ASSESSORE ALLA CULTURA Emi Citraro

11-12-13 AGOSTO

 

 

 4 agosto Anteprima Jazz e Vento,

“Scene Musicali Contemporanee”- Videoproiezioni dei migliori live mondiali degli ultimi due anni a cura dell’Associazione “Suoni del Sud Lamezia”-Presidente Marcello Nicotera

 

11 agosto

ore 19,00 inaugurazione mostra di pittura “Giovanni Caruso e il Jazz” (Lavatoi di Cortale)

GIANNI CARUSO        PROPRIETA’ DELL’ARTISTA:

GIANNI CARUSO SVILUPPA IN UNA PITTURA  A TECNICA MISTA, TALVOLTA ACQUARELLO ,TALVOLTA PITTURA AD OLIO E ACRILICO SU TELA,IMMAGINARI NOTTURNI A VOLTE QUASI LUNARI, ENTRO I QUALI SI DISPIEGANO INCARNATI MASCHILI E FEMMINILI, CANTANTI E MUSICISTI JAZZ, NEL LORO TRASPARENTE MODO DI VIVERE.

 NELLE SUE OPERE PRIMEGGIA UN UNIVERSO DI PRESENZE ARTISTICHE A LORO MODO ALLARMANTI E DI VALENZA CHIARAMENTE  PSICOLOGICA, INFATTI, C’è QUASI SEMPRE IL RICORRERE AD UNA SOLUZIONE DI FESTA E DIVERTIMENTO.

IL PENNELLO CI FA PARTECIPI DELL’EMOZIONI INTERIORI DELL’ARTISTA, LA RICERCA DELLA LIBERTà, LA NECESSITà DI VIVERE LA VITA CON DISTACCO DAI PROBLEMI DELLA QUOTIDIANITà  SONO TUTTI TRATTI SALIENTI DELLA SUA POLITICA PITTORICA.

I MUSICISTI JAZZ AFRO-AMERICANI  CON INCREDIBILE PASSIONE , IMPEGNO E CONCENTRAZIONE SUONANO IN ASSOLUTA LIBERTà DAVANTI A SCENARI  NON NATURALI COME PALAZZI E GRATTACIELI ILLUMINATI, DENUNCIANDONE COSì  L’OMOLOGANTE CIVILTA’ CONSUMISTICA.

UN FORTE IMPEGNO CROMATICO ACCOMPAGNA LA SUA AZIONE PITTORICA IMPRESSIONISTICA, I COLORI SONO QUASI SEMPRE SCURI, MA AL CONTEMPO EMANANO UNA PARTICOLARE LUMINOSITà  CHE IL FRUITORE CHIARAMENTE PERCEPISCE.

 I SEGNI MATERICI  DELLE PENNELLATE INFONDONO UNA SORPRENDENTE VIVACITÀ CROMATICA E MATERICA IN UN REALISMO CHE RACCONTA UN FARE ARTE COME RICERCA, PERCHÉ I COLORI NON SONO SOLO QUELLI DELLA NATURA, MA ANCHE QUELLI DELLE EMOZIONI CHE L’ARTISTA RICEVE E DONA ALLO SPETTATORE: VIBRANTI E INTENSE PERCEZIONI IN POLIMATERICHE PENNELLATE DOVE SI INTENDE RAGGIUNGERE LA PERFEZIONE DELLE FORME,  CIO’ FA DI GIANNI CARUSO UN PITTORE IMPAREGGIABILE FRA GLI ALTRI…

Critica artistica a cura di Ludovica Sirianni.

ore 19,30 Ahpperò jazz! degustazioni audioenologichechitarrejazzlive a cura di Carlo Martelli, Gianfranco Riga, Luca Tolone e Joy De Vito (Lavatoi di Cortale)

ore 21,15 Joy De Vito quartet “Gypsy dreams, tribute to Django Reinhardt ” (Piazza Cefaly)

Joy De Vito quartet “Gypsy dreams, tribute to Django Reinhardt “

Joy De Vito (chitarra)

Simone Solazzo (chitarra)

Simone Morgantini (clarinetto)

Marco Lorini (contrabbasso)

Joy De Vito è nato a Cortale il 25 aprile 1981. Nel 2004 consegue il diploma di chitarra presso il Conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia. Vanta collaborazioni con Alessandro Lanzoni e Gabriele Evangelista. Nel 2009 vola a New York pereseguire propri brani in un concerto, insieme agli studenti della New York University, precedentemente conosciuti presso il Jazz Club Firenze, dove è componente nell’ambito delle jam session, della House Band, insieme a Bernardo Guerra e Michele Staino. Attualmente è conosciuto sulla scena parigina dei Jazz Caveau, ove si reca spesso per esibirsi nello stile “manouche”. A Jazz e Vento il repertorio sarà caratterizzato per lo più da composizioni di Django Reinhardt, ma anche  da brani più recenti scritti da chitarristi protagonisti della scena manouche attuale, quali Dorado Schmitt, Stochelo Rosenberg e Angelo Debarre.

 

ore 23,00 Gianfranco Riga Quartet “Portrait of Bill Evans” (Piazza Cefaly)

Portrait of Bill Evans

Gianfranco Riga (chitarra)

Erika Sollo (voce)

Michele Anelli (contrabbasso)

Antonio Stizzoli (batteria)

 

Gianfranco Riga è nato a Cortale il 4 maggio 1979. Ha conseguito la Laurea in DAMS nonché il diploma di chitarra Jazz presso il conservatorio di Bologna. Ha studiato presso la MusicAcademy2000 di Bologna con Max Ruggeri, Steve Trovato, Giampiero Burza, Lucio Ferrara. Ha studiato conBarend Middelhoff, Tomaso Lama, Piero Odorici, Paolo Ghetti, Stefano Zenni,Marco Bovi.Ha suonato in varie formazioni che spaziano dal rock al jazz e ha partecipato a numerose manifestazioni tra le quali Alma Jazz, Jazz e Vento,Barezzi Live, Onirica Live, Acquaviva Rockfestival. Svolge attività didattita e concertistica.

A jazz e vento 2013 eseguirà col suo quartetto “Portrait of Billy”, un omaggio vocale al grande Bill Evans, riproponendo le melodie lunari e malinconiche, i guizzi cameristici vicini a certa musica del primo ‘900, del pianista che ha rivoluzionato l’idea del trio jazz.

Round Midnight Francesco Suppa Octet  (Piazza Cefaly)

Francesco Suppa Octet

Francesco Suppa (Tromba)

Fiore Garcea  (Batteria)

Giuseppe Viscomi  (Basso elettrico)

Andrea Mellace (Vibrafono e Percussioni)

Luca Tolone (Chitarre)

Flavio Nicotera (Sassofono Tenore)

Luciano Cefalà (chitarra elettrica)

Giovanni Garcea (Flicorno Baritono e Voce)

Francesco Suppa è nato a Cortale l’8 aprile 1962. Denominato “Binghillo” a causa del suo amore precoce verso la musica jazz, all’età di 19 anni consegue il diploma in tromba. Nell’ambito della sua lunga carriera musicale vanta strette collaborazioni col Maestro Giorgio Gaslini e con musicisti del calibro di Romano Mussolini, Paolo Fresu, Gigi Cifarelli e Dave Howard. Numerose le sue esibizioni nell’ambito del prestigioso festival “Roccella Jazz”. Nel 1987 fonda la “Binghillo Blues Band”, largamente riconosciuta anche oltre i confini regionali. Ha composto proprie musiche e ha inciso diversi CD, tra gli altri “Birds to Jaco” dedicato a Charlie Parker e Jaco Pastrorius e “Cannaria”, entrambi incisi dalla Splasc(h) Records.  A Jazz e Vento 2013 eseguirà suoi brani inediti.

12 agosto

 

ore 19,30 Ahpperò jazz! degustazioniaudioenologichechitarrejazzlive a cura di Carlo Martelli, Gianfranco Riga, Luca Tolone e Joy De Vito (Lavatoi di Cortale)

ore 21,15 Procopio’s Standard Quartet (Piazza Cefaly)

Procopio’s Standard Quartet

Vito Procopio (sassononi); Francesco Scaramuzzino (piano); Francesco Leone (contrabbasso); Carlo Caligiuri (batteria)

Vito Procopio è nato a Cortale il  gennaio 1968. Ha conseguito il diploma in  sassofono presso il Conservatorio dell’Aquila “A. Casella” con il massimo dei voti, e quello in Musica jazz presso il
Conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia. Vanta collaborazioni coi Maestri  Pietro Condorelli, Pietro Cusato, Maurizio Gianmarco e Sandro Satta. Nel 2000 fonda
il quartetto jazz di sassofoni  “Sator” col quale è risultato vincitore di prestigiosi concorsi
musicali nazionali e internazionali e con il quale nell’anno 2006, ha partecipato  al congresso mondiale del sassofono tenutosi a Lubiana. Ha partecipato a diversi festival Jazz importanti tra i
quali  Jazz Time, Rumori Mediterranei, Lamezia Jazz, Vaneo Jazz, Alba Jazz, Eco Jazz. Nell’anno 2006 ha partecipato con il quartetto  di
sassofoni “Sator” al congresso Mondiale del Sassofono tenutosi in Lubiana. A jazz e vento 2013 il quartetto rivisiterà alcuni tra i più bei standards della musica jazz ed eseguirà alcuni brani composti dal pianista lametino Maestro Francesco Scaramuzzino.

ore 23,00 Rocco Riccelli Quintet- “Tribute to Miles Davis” (Piazza Cefaly)

Rocco Riccelli è nato a Cortale il 24 luglio 1958. Ha conseguito il diploma in Tromba nel 1979 e nel 2005 in Musica Jazz con il Maestro Nicola Pisani. Nel 2007 si diplomava in musica elettronica con il Maestro Francesco Galante presso il Conservatorio “Giacomantonio” di Cosenza. Nel corso delle sue esperienze jazzistiche si è esibito al fianco di artisti di caratura internazionale quali Salvatore Buonafede, Paolo Sorge, Nicola Pisani, Enrico Fazio, Marco Sannini, Roberto Ottaviano, Felice Mezzina, Tino Tracanna, TomPatrik, Paolo Damiani, Paolo Fresu, Pierluigi Villani, Mederic Collignon, Francois Jeanneau, in manifestazioni quali Roccella Jazz, Catanzaro Jazz Festival, Invasioni, Jazz e Vento, Foggia Jazz, Lamezia Jazz. A Jazz e Vento 2013 rivisiterà insieme al suo quintetto la carriera del grande Miles Davis attraversando gli stili jazzistici percorsi da Davis, dal periodo del be bop fino all’elettrico.

Round Midnight: Tiziana Bertuca and friends – Omaggio ad Amy Winehouse(Piazza Cefaly)

 

Omaggio ad Amy Winehouse

Tiziana Bertuca (voce)

Francesco Olivadese (piano)

Pietro Vallone (tromba)

Gianni Pietro Riga (sax baritono)

Francesco Gemelli (sax tenore)

Giancarlo Sinopoli (chitarra)

Franco Catricalà (basso elettrico)

Tommaso Cristofaro (batteria)

Tiziana Bertuca è nata a Cortale il 30 aprile 1981. Allieva della scuola di musica lametina“Bequadro”, ha studiato canto sotto l’egida guida della cantante Maestra Tiziana D’Angelo. Ha partecipato nel 1998 classificandosi al primo posto, al concorso regionale canoro “Top Voice” a Roccelletta di Borgia. Sempre nel 1998 si classificava seconda al concorso di Castrocaro. Nel 1999 a Roma al Teatro Colosseo è risultata seconda classificata al concorso musicale “Talenti Italiani” vincendo contestualmente il premio della critica “Mogol”. Nel 2001 seconda al premio “Mia Martini”. A Jazz e Vento 2013 Tiziana Bertuca rende omaggio alla grande voce britannica Amy Winehouse prematuramente scomparsa a soli 27 anni. Cresciuta a pane jazz, per via della passione per la musica afroamericana che le aveva trasmesso il suo papà, Amy Winehouse viene considerata da parte della critica la nuova Billie Holiday.   

13 agosto

 

ore 19,30 Ahpperò jazz! degustazioniaudioenologichechitarrejazzlive a cura di Carlo Martelli, Gianfranco Riga, Luca Tolone e Joy De Vito (Lavatoio)

ore 21,00 (Concerto in coproduzione con Roccella Jazz che verrà ufficializzato nella prossima settimana)

ore 23,00 Billy Cobham Band – “Tales from the Skeleton coast” (Piazza Cefaly)

Billy Cobham – drums, Jean-Marie Ecay – guitar, Michael Mondesir – bass, 

Christophe Cravero – keyboard/violin,  Camelia Ben Naceur – keyboards